Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

GLI UFFICI POSTALI NON APPONGONO PIU’ IL TIMBRO DI “DATA CERTA”

dal 1° aprile 2016, a seguito di circolare interna delle Poste Italiana S.p.A. la predetta modalità di apposizione della data certa non è più possibile. Restano invariate le seguenti modalità:
o NOTAIO: con copia conforme del documento con data e firma dello stesso;
o REGISTRAZIONE PRESSO L’AGENZIA DELLE ENTRATE: versando l’imposta di registro in misura fissa (€ 200 con codice tributo “109T”);
o INVIO DEL DOCUMENTO MEDIANTE PLICO SENZA BUSTA: inviando a sé stessi e/o alla parte interessata il documento in plico (senza busta) per raccomandata, in modo che il timbro postale venga apposto direttamente sul documento.
o INVIO TRAMITE PEC: in tal caso, la conservazione della presa in carico del documento e della e-mail relativa alla consegna dello stesso consentono di dimostrare la data del documento.
o UTILIZZO DATA CERTA DIGITALE POSTEL: mediante l’apposizione di una marca da bollo elettronica (EPCM) tramite il servizio offerto da Poste Italiane S.p.A.