Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Approvato in via definitiva il regolamento che semplifica la disciplina di gestione delle terre rocce da scavo

Il Consiglio dei Ministri n. 30 del 19 maggio ha approvato nuovamente in via definitiva il regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che semplifica la disciplina di gestione delle terre  rocce da scavo, ai sensi dell’articolo 8 del decreto legge 12 settembre 2014, n.133, convertito, con modifiche, dalla legge 11 novembre 2014, n.164.
Il testo è stato ulteriormente integrato con il ricorso a una consultazione pubblica e con il parere espresso dalla Conferenza unificata, ed è tornato all’esame del Consiglio dei Ministri al fine di verificare la possibilità di migliorare le condizioni e le osservazioni contenute nei pareri delle Commissioni parlamentari. Il provvedimento risolve le criticità riscontrate sia dagli operatori che dai soggetti istituzionali preposti ai controlli, consente di rafforzare la tutela ambientale e la competitività delle imprese; risponde pienamente ai principi e agli obiettivi del processo verso un modello economico di tipo “circolare”. Il testo detta disposizioni comuni, ma distingue anche tra terre e le rocce prodotte in cantieri di grandi e piccole dimensioni; dispone su terre e rocce prodotte in cantieri di grandi dimensioni non soggetti a VIA e ad AIA. Non dimentica le norme su terre e rocce intese come rifiuti né quelle che, invece, sono escluse dalla disciplina dei rifiuti e le altre che provengono dai siti oggetto di bonifica.

Scarica cliccando qui il Regolamento che semplifica la disciplina di gestione delle terre rocce da scavo